Il pensiero del 22 gennaio 2022

... a Dio raccomando ciascuno di voi e ciascuna delle anime a voi affidate perché faccia trovare a voi la maniera adatta ad avvicinarle tutte e renderle a voi unite nell'esercizio di tutte le virtù cristiane perché si faccia veramente... leggi

Il pensiero del 21 gennaio 2022

Spero che tutti comprendano quanta necessità di lavoro vi è adesso specialmente per ricondurre il popolo a Gesù, non con la fede materiale e tradizionale soltanto; ma con fede sincera e cosciente, che si traduce nella pratica della vita cristiana... leggi

Il pensiero del 20 gennaio 2022

Nostro compito è quello di ricostruire l'amore distrutto dall'odio inondando il mondo di carità. Termine di tutta la nostra azione apostolica deve essere riportare l'uomo al fastigio assegnatogli dai disegni di Dio. (Lettere pag. 131) leggi

Pensiero del Giorno
Domenica, 23 Gennaio 2022

News

Per seguire Gesù bisogna rinunziare a se…

16-11-2021

In date particolari per la nostra Famiglia Religiosa, la Superiora Generale, Madre Maria Giuseppina Leo, offre dei meravigliosi spunti di riflessione che ravvivano in noi l'entusiasmo di appartenere alla Congregazione...

leggi

L'origine del nome della Congregazione d…

15-11-2021

Come è nato il nome della Congregazione fondata dal Venerabile Raffaello Delle Nocche? Nel racconto della Cronistoria della Congregazione leggiamo: "Nei primi giorni di maggio di quell'anno di grazia 1924 Il...

leggi

Celebrazione del 61° anniversario del Ve…

03-11-2021

Quest'anno la celebrazione commemorativa dell'anniversario della morte del Venerabile Raffaello Delle Nocche, Vesvcovo di Tricarico e fondatore della Congregazione delle Suore Discepole di Gesù Eucaristico sarà anticipata al giorno 21...

leggi

Iscriviti alla newsletter

Il Fondatore

Il pensiero del 14 gennaio 2022

Quante benedizioni infatti discendono su quel popolo, che accentra la sua fede nella Santa Eucarestia! Il paesello di Ars conobbe la prosperità e la pace e si lasciò conoscere esso stesso nel mondo, che prima lo ignorava, solamente perché ebbe un'anima ardente, piccola ostia con l'Ostia divina, che non si stancò di aprire il sacro Ciborio dalle quattro della mattina alle dieci della sera, chiamando quei buoni villici, da prima ignoranti ed indifferenti, alla Comunione quotidiana, alla visita del SS. Sacramento, alle offerte spirituali al Divino Prigioniero. (Lettere pag.75)

In corde Jesu semper