pensiero del giorno

03 dicembre 2019 Perché il Regno di Gesù trionfi realmente, nella prima settimana di Avvento pregheremo perché venga a regnare nei nostri cuori. Perché Gesù regni nei nostri cuori, è però necessario che ci spogliamo del nostro «io», di ogni attaccamento... leggi

pensiero del giorno

28 novembre 2019 L'Avvento deve essere per voi un tempo di aspettazione, di ardenti desideri, perché Gesù venga a regnare in tutte le anime: la vostra giaculatoria deve essere: «Adveniat Regnum tuum!» Raffaello Delle Nocche in Trattenimenti pag. 18 leggi

pensiero del giorno

27 novembre 2019 Prenderemo le decisioni che crederemo secondo che la prudenza suggerisce; ma tutta la nostra fiducia è in Dio e nella intercessione della Madonna Santa. Raffaello Delle Nocche in LA VOCE DEL MAESTRO pag. 6 leggi

Pensiero del Giorno
Sabato, 19 Settembre 2020

News

Le sue ultime disposizioni

24-11-2019

  Tricarico 25/11/2019 Le ultime disposizioni di di Raffaello Delle Nocche sono indicate in LETTERE pag. 270. Si tratta di una lettera scritta al suo coadiutore Monsignor Bruno Pelaia. Mi piace riportarla...

leggi

Celebrazione 59° anniversario della mort…

23-11-2019

Oggi 24 novembre 2019, Solennità di Cristo Re dell'Universo,  in Cattedrale, alle ore 18,00 solenne Celebrazione del 59° anniversario della morte del Venerabile Raffaello Delle Nocche. Ascoltiamo dalle parole di testimoni...

leggi

59° Anniversario della morte del Venerab…

22-11-2019

Arriva il 25 novembre e, ogni anno, la Chiesa di Tricarico commemora il passaggio da questa vita alla vera Vita di un suo Padre e Pastore, Raffaello Delle Nocche, che...

leggi

Iscriviti alla newsletter

Il Fondatore

Celebrazione 59° anniversario della morte di Monsignor Delle Nocche

Oggi 24 novembre 2019, Solennità di Cristo Re dell'Universo,  in Cattedrale, alle ore 18,00 solenne Celebrazione del 59° anniversario della morte del Venerabile Raffaello Delle Nocche.

Ascoltiamo dalle parole di testimoni oculari quanto era amato dai suoi fedeli:

Impossibile ripetere e tradurre in parole il muto cordoglio e la profonda commozione di un popolo intero che a Tricarico e nella Diocesi ha pianto il Venerato Padre e Pastore, che per quasi quarant'anni gli era stato vicino fino a sentirsi uno di loro. Lo dovrebbero dire le numerose campane dei tanti campanili arroccati sui monti della vasta Diocesi, che per tre giorni raccolsero il pianto di tanti cuori di figli. Lo dice il mesto ed imponente pellegrinaggio di migliaia di fedeli nella camera ardente del grande salone del Palazzo Vescovile, dinanzi alla venerata salma, dal primo mattino alla tarda serata, dai bambini ai vecchi, dagli umili ai grandi, dal popolo alle autorità, dai Sacerdoti alle Discepole, tutti chini a baciare quelle mani che non si erano mai stancate di benedire, consacrare e beneficare. Nessuno mancò a quell'ultimo appuntamento col Padre che, nella maestà della morte, resa ancor più solenne dagli abiti pontificali, continuava a guardare il suo popolo devoto; tre giorni fu lì ad accogliere tutti col suo sorriso, a parlare con l'esempio della sua vita, a benedire con la sua mano irrigidita, mentre la preghiera diveniva l'unico colloquio dei figli con Lui che ora, più di prima, viveva nella luce di un giorno senza fine. Don Gaspare Sarli

In corde Jesu semper