Il pensiero del 24 gennaio 2022

Però oltre l'umile e doveroso ringraziamento dobbiamo al Signore rivolgere ancora e quotidianamente le nostre suppliche, perché Egli voglia donare alla nostra Patria ed al mondo intero la sua pace, cioè quella fondata sulla giustizia e sulla carità ... (Lettere... leggi

Il pensiero del 22 gennaio 2022

... a Dio raccomando ciascuno di voi e ciascuna delle anime a voi affidate perché faccia trovare a voi la maniera adatta ad avvicinarle tutte e renderle a voi unite nell'esercizio di tutte le virtù cristiane perché si faccia veramente... leggi

Il pensiero del 21 gennaio 2022

Spero che tutti comprendano quanta necessità di lavoro vi è adesso specialmente per ricondurre il popolo a Gesù, non con la fede materiale e tradizionale soltanto; ma con fede sincera e cosciente, che si traduce nella pratica della vita cristiana... leggi

Pensiero del Giorno
Domenica, 23 Gennaio 2022

News

Per seguire Gesù bisogna rinunziare a se…

16-11-2021

In date particolari per la nostra Famiglia Religiosa, la Superiora Generale, Madre Maria Giuseppina Leo, offre dei meravigliosi spunti di riflessione che ravvivano in noi l'entusiasmo di appartenere alla Congregazione...

leggi

L'origine del nome della Congregazione d…

15-11-2021

Come è nato il nome della Congregazione fondata dal Venerabile Raffaello Delle Nocche? Nel racconto della Cronistoria della Congregazione leggiamo: "Nei primi giorni di maggio di quell'anno di grazia 1924 Il...

leggi

Celebrazione del 61° anniversario del Ve…

03-11-2021

Quest'anno la celebrazione commemorativa dell'anniversario della morte del Venerabile Raffaello Delle Nocche, Vesvcovo di Tricarico e fondatore della Congregazione delle Suore Discepole di Gesù Eucaristico sarà anticipata al giorno 21...

leggi

Iscriviti alla newsletter

Il Fondatore

Fratelli e Figli carissimi

Il sacro comando, con cui il nostro Sommo Pontefice mi designava Pastore di codesta insigne Diocesi, gettò la trepidazione nel mio spirito, al pensiero della pochezza del mio intelletto e della deficienza in me d'ogni merito e d'ogni virtù.

Sennonché le auguste parole di conforto e d'incoraggiamento dettemi dal S. Padre, la considerazione che la mano di N. S. Gesù Cristo è visibilmente stesa, in ogni tempo e in ogni luogo, sul capo dei Vescovi per benedirli, per guidarli e per sostenerli in tutte le lotte e in tutti i dolori, e il dovere stesso dell'ubbidienza alla suprema Autorità della Chiesa mi piegarono con fiducia al pauroso incarico.

 

 

 

 

 

 

 

In corde Jesu semper